Faq

DECALOGO DELLE DOMANDE FREQUENTI SULLA CAMERA ARBITRALE DEGLI AVVOCATI DI MONZA

1.    DI CHI E’ LA CAMERA ARBITRALE DEGLI AVVOCATI DI MONZA?
E’ un organismo dell’Ordine degli Avvocati di Monza (che è Ente Pubblico Non Economico) dotato di autonomia decisionale i cui oneri sono sostenuti dall’Ordine degli Avvocati di Monza ed i cui introiti vanno a beneficio dello stesso Ordine degli Avvocati di Monza, confluendo nelle attività di bilancio.

2.    CHI PRENDE LE DECISIONI NELLA CAMERA ARBITRALE DEGLI AVVOCATI DI MONZA ?
Il Consiglio Arbitrale è composto da 11 componenti, di cui 6 Avvocati (Avio Giacovelli, Filippo Gorreta, Ferdinando Lelario, Roberto Lissoni, Goffredo Pozzoli, Luigi Gino Rossi), e 5 membri che si è voluto far provenire da altri ambiti professionali, cioè: il magistrato in quiescenza dott. Maria Cella, l’ ing. Piergiorgio Borgonovo Presidente del Consiglio dell’Ordine Ingegneri di Monza, il consulente del lavoro dr. Matteo Colombo Presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Monza, il commercialista dott. Rolando Brambilla, la Notaio Dott.ssa Maria Nives Iannaccone Consigliere del Consiglio Notarile di Milano. Tutti sono stati designati dal Consiglio dell’Ordine.

3.    I COMPONENTI IL CONSIGLIO ARBITRALE SONO RETRIBUITI ?
No. L’incarico è totalmente gratuito ed il mandato è biennale.

4.    IL CONSIGLIO ARBITRALE O I SUO COMPONENTI SINGOLARMENTE SVOLGONO ANCHE ATTIVITA’ COME ARBITRI NELLA CAMERA ARBITRALE DEGLI AVVOCATI DI MONZA ?
No, nel modo più assoluto. Il loro ruolo, per atto costitutivo, è incompatibile con quello di Arbitro. Anche il Segretario Generale della Camera Arbitrale ed i suoi dipendenti non possono essere nominati Arbitri.

5.    I COMPONENTI IL CONSIGLIO DELL’ORDINE POSSONO ESSERE NOMINATI ARBITRI NELLE PROCEDURE AVANTI LA CAMERA ARBITRALE DEGLI AVVOCATI DI MONZA ?
No, nel modo più assoluto. Il loro ruolo, per atto costitutivo, è incompatibile con quello di Arbitro per tutta la durata del mandato. E così pure i revisori dei conti dell’Ordine non possono essere Arbitri.

6.    CHI PUO’ ESSERE NOMINATO ARBITRO AVANTI LA CAMERA ARBITRALE DEGLI AVVOCATI DI MONZA?
Chiunque abbia la competenza professionale a gestire la controversia e dia garanzie di indipendenza e imparzialità nei confronti delle parti e dei loro difensori.

7.    ESISTE UN ALBO DEGLI ARBITRI ?
No. E’ stata fatta la scelta di non costituire nessun Albo per consentire a qualunque professionista competente per il  singolo contenzioso di poter essere designato come Arbitro, senza vincoli o riserve di posizione.

8.    POSSONO ESSERE NOMINATI ARBITRI SOLO GLI AVVOCATI ?
Di preferenza sì, per le competenze giuridiche specifiche della loro preparazione professionale; ma possono essere nominati Arbitri anche professionisti di altre aree di competenza, qualora la materia del contendere richieda preparazione in una specifica area tecnica.

9.    SE DESIDERO ESSERE NOMINATO ARBITRO COME POSSO FARLO SAPERE ?
E’ possibile segnalare la propria disponibilità alla Segreteria della Camera Arbitrale allegando un “curriculum vitae” ove devono essere specificate le aree di maggior competenza ed esperienza.

10.  QUAL E’ LA RAGIONE DELLA COSTITUZIONE DELLA CAMERA ARBITRALE ?
Sono esclusi  motivi di “business”. E’ il frutto applicativo della nuova legge professionale n. 247 del 21.12.2012 che prevede all’articolo 29 la possibilità per i Consigli dell’Ordine di costituire Camere Arbitrali, oltre che della perorazione in tal senso da parte del CNF. Il proposito dichiarato è quello di offrire sul nostro territorio uno strumento efficace, rapido e dai prezzi contenuti per la decisione delle liti e, al contempo, occasioni di lavoro per gli Avvocati del Foro all’interno di una struttura efficiente e organizzata.