PRONTUARIO LIQUIDAZIONE ONORARI DIFENSORI CITTADINI NON ABBIENTI AMMESSI AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO E DIFENSORI D’UFFICIO


Gentili Colleghi,
il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Monza, il Tribunale di Monza, e la Camera Penale di Monza hanno sottoscritto ieri 04.12.17 il nuovo prontuario per la liquidazione degli onorari ai difensori dei soggetti ammessi al patrocinio a spese dello Stato (art. 74 T.U. spese di giustizia) e ai difensori d’ufficio dei soggetti equiparati: collaboratori di giustizia (art. 115 T.U.), indagati/imputati insolventi (art. 116 T.U.) e indagati/ imputati irreperibili dichiarati o di fatto (art. 117 T.U.), il cui testo trovate allegato e pubblicato sui siti istituzionali di Tribunale, Ordine e camera Penale e che prevede un sostanziale aumento delle competenze riconosciute ai difensori.

Sono state elaborate n. 3 tabelle di file Excel da utilizzare in regime di "convenzione" per le ipotesi più ricorrenti e comuni, con l’avvertenza che le stesse – a differenza delle precedenti note spese - sono state distinte a seconda che il processo si svolga dinanzi al Tribunale (file unico per monocratico e collegio, con competenza da inserire nel campo 4 di ciascun foglio, con un aumento del valore pari al 20%) e alla Corte d’Assise (tabella A) o all’Ufficio Gip/Gup (tabella B) o al Giudice di Pace (tabella C).

Ciascuna tabella comprende nuove note distinte per rito con valore base fisso, individuato in maniera convenzionale in base alla tipologia del giudizio, in linea con le indicazioni del CNF e gli importi individuati dai protocolli sottoscritti nei fori limitrofi al nostro.

Lo spirito che ha mosso tutti i partecipanti ai lavori è stato quello di bilanciare i reciproci interessi (per il Tribunale: rapida e agevole determinazione dei compensi e necessità di ridurre sia gli adempimenti di cancelleria che il numero delle opposizioni; per gli avvocati: valutazioni certe, eque ed omogenee) al fine di individuare importi che valorizzassero l’attività concreta dell’avvocato in quei procedimenti in cui, attualmente, i compensi liquidati non rispettano la dignità e la funzione difensiva.

Con tale spirito si è convenuto di mantenere inalterato, rispetto al vigente prontuario, l’importo complessivo di alcuni procedimenti (per es. acquisizione atti, sentenze ex art. 129, ordinario semplice/MAP/LPU/App. GDP, incidenti di esecuzione) e di aumentare i compensi per tutte le altre tipologie di giudizio.

Sono stati previsti i seguenti fattori "correttivi", da applicare nei casi in cui ricorrano talune fattispecie peculiari, diversificati per tipologia di processo e per Autorità Giudiziaria:
- presenza di una o più parti civili;
- pluralità di imputati complessivi;
- pluralità di imputazioni;
- numero di imputati assistiti;
- numero di udienze;
- imputato detenuto.

La “Fase Introduttiva” non è stata automaticamente inserita in tabella, ma deve espressamente essere selezionata, con aumenti fissi in base alla competenza.

A parziale modifica di quanto previsto dall’art. 83 c. 3 DPR 115/02, si è convenuto che l’attività svolta in Udienza di convalida di arresto e/o fermo (in cui sia applicata misura detentiva a cui poi segua udienza preliminare) ed avanti il Tribunale per il Riesame (Riesame/Appello delle misure cautelari personali e reali), non liquidata dalla competente Autorità Giudiziaria di fase, possa, a scelta del difensore e sotto sua responsabilità per l’eventuale doppia richiesta, essere liquidata dal Giudice che definisce il giudizio.

Il rimborso spese forfettarie è stato determinato nella misura del 15 % per tutti i giudizi.

In tutte le note spese è stata inserita la voce “spese ed onorari relativi alla procedura civile per il recupero coattivo del credito”, confermata come da precedente prontuario nella somma forfettaria di € 290 e quella relativa alle anticipazioni - spese esenti i.v.a., liquidabile purché documentate ed allegate all'istanza.

In ogni tabella la nota spese riporta in calce sia l'istanza che il decreto di liquidazione, con automatismi di cella nel foglio Excel così da ivi richiamare i singoli campi compilati nella nota.

Il nuovo prontuario si applica alle istanze di liquidazione depositate (in udienza oppure on-line) successivamente alla data di approvazione del presente Prontuario (04.12.2017), indipendentemente dalla data di conclusione del procedimento di riferimento.

Nello scusarci per non essere riusciti a contenere l'informazione in poche righe, ritenendo necessario dilungarci in alcune necessarie precisazioni, cogliamo l'occasione per inviare cordiali saluti

Ordine Avvocati di Monza            Camera Penale di Monza
Il Presidente                               Il Presidente
Avv. Michele Andrea Erba               Avv. Maura Traverso