TRIBUNALE DI MONZA - NUOVI ORARI CANCELLERIE


Considerata la obiettiva situazione di carenza del personale a cui si è pervenuti, è stato necessario individuare, da parte del Consiglio, una soluzione temporanea, ma pragmatica ed efficace, per consentire agli uffici di svolgere al meglio la loro indispensabile attività in modo da poter rispondere alle esigenze degli iscritti e dell’utenza privata, compatibilmente con le risorse umane ancora disponibili, peraltro in continua riduzione per quiescenze e trasferimenti.

Al fine di scongiurare un progressivo deterioramento della situazione e trovarsi a subire “iniziative penalizzanti” si è ritenuto di individuare, in condivisione con la Presidenza del Tribunale, modalità operative che consentissero di limitare al minimo il disagio ed avere una risposta in termini operativi.

La complessità della situazione ha reso necessario addivenire ad una soluzione articolata che, proprio per le sue caratteristiche, avrà il carattere della temporaneità e troverà applicazione per un massimo di sei mesi.

Qui di seguito scaricabile lo schema di apertura delle cancellerie nell’ambito settimanale:


Ogni cancelleria chiuderà al pubblico e a tutti gli operatori esterni, secondo gli orari sopraindicati per consentire agli addetti di dedicarsi alle attività di back office e di ricezione telematica.

La modalità riportata garantirà in ogni caso, in ogni giorno della settimana, la ricezione degli atti in scadenza.

Nel contempo, per dare stabilità ad un miglioramento dell’attività di cancelleria, si sono attivate ulteriori iniziative – che Vi verranno illustrate in dettaglio nei prossimi giorni – che riguardano, in sintesi, la stipulazione di protocolli relativi al PCT per implementarne l’uso e l’efficienza, nonché la strutturazione di un “Punto Informativo Telematico” quale presidio per fornire supporto tecnico, di assistenza sulle funzioni del PCT, nonché di consultazione volto a ridurre – fino a renderlo superfluo - l’accesso presso le cancellerie sia per le informazioni sia per gli interventi sulle singole pratiche.  

Il Consiglio dell’Ordine, anche sulla scorta della ottima esperienza milanese, ritiene che questo servizio sarà reso a favore degli iscritti e “strategico” nell’interesse del Foro per favorire una sempre miglior fruibilità del servizio PCT.

Pur avendo ipotizzato l’adozione del calendario con un congruo preavviso, purtroppo la contingenza della situazione di carenza dell’organico ne ha reso ineluttabile l’avvio a far tempo dal 30 marzo 2015.  Il Consiglio confida che le motivazioni rappresentate siano a chiarimento della scelta operata che, in ogni caso, con il contributo di informazioni e segnalazioni di tutti i colleghi ben potrà essere ottimizzata.